sabato 12 maggio 2012

The Invention of Pornography, 1500-1800: Obscenity and the Origins of Modernity

Lynn Hunt
The Invention of Pornography, 1500-1800: Obscenity and the Origins of Modernity
Mit Pr; Pbk. editore
In America oggi il dibattito sulla censura della pornografia continua a mettere in discussione i valori di una moderna cultura democratica. The Invention of Pornography, una collezione innovativa di saggi critici, ripercorre la storia e utilizza della pornografia moderna in Europa, offrendo per la prima volta il punto di vista storico cruciale per la comprensione delle attuali controversie in politica e nelle arti. I saggi, da storici e teorici della letteratura, esaminan0 come la pornografia è emersa tra il 1500 e il 1800 come una pratica letteraria e di una categoria di conoscenza intimamente legata ai momenti formativi della modernità occidentale e la democratizzazione della cultura. Essi rivelano che i primi scrittori moderni e incisori di pornografia erano degli eretici, liberi pensatori e libertini che costituivano il lato poco conosciuto del Rinascimento, della rivoluzione scientifica, dell'illluminismo, e della Rivoluzione francese. Fin dall'inizio, la pornografia ha utilizzato lo shock del sesso per testare i confini e la regolamentazione del comportamento, delle espressioni ritenute oscente e delle espressione nelle sfere pubbliche e private, per criticare e persino sovvertire autorità religiose e politiche, nonché le norme sociali e sessuali.

Nessun commento: