domenica 9 novembre 2008

Lourdes ovvero il ciclo francese

Lourdes ovvero il ciclo francese

« Si era anzitutto colpiti dalla costituzione fisica della fanciulla, gracile e rachitica, e dalla sua fisionomia idiota; non ampia la fronte, con forte inclinazione all’indietro. Dopo aver proceduto all’auscultazione, riscontrai rantoli sibilanti ed i segni di una malattia organica del cuore. La rividi l’indomani, col direttore della Scuola d’Agricoltura di Lourdes, riscontrai nella ragazza manifestazioni di dispnea, vi erano i sintomi di costituzione apoplettica con indebolimento delle facoltà intellettuali ». Questo non è il quadro clinico di una qualsiasi povera infelice capitata a Lourdes in cerca di guarigione, ma il referto medico ufficiale stilato all’indomani delle « apparizioni » di Lourdes sullo stato psico-fisico di Bernadette Soubirous, la bambina tubercolotica, asmatica e, come abbiamo visto, idiota, sulle cui affermazioni si basa l’intera impalcatura che regge da un secolo la più funzionale industria del miracolo che sia mai stata impiantata sul nostro pianeta. Il referto fu stilato nel 1858 dal dottor Delmas di Roquecourbe, unitamente al Presidente del Consiglio Generale degli Alti Pirenei. Qualche anno dopo un altro medico, il dottor Augusto Voisin affermò:
« Il miracolo di Lourdes è stato affermato sulla testimonianza di una bambina che soffriva di allucinazioni ».
Ecco, queste sono le basi da cui necessariamente occorre partire per trattare il « fenomeno » Lourdes. Ormai sull’argomento sono stati scritti circa 4 mila libri.

Giuseppe De Lutiis, L’industria del santino, Anno santo ’75 ovvero la Fede nel Profitto, Guaraldi, Rimini, 1973.Pagina 51

Nessun commento: