venerdì 22 agosto 2008

Costruita su un antico palazzo del Vaticano. E ora oscura la vista di San Pietro

ROMA - Pantheon, sui tetti spunta una nuova casa
RENATA MAMBELLI
VENERDÌ, 22 AGOSTO 2008 LA REPUBBLICA - Roma

Costruita su un antico palazzo del Vaticano. E ora oscura la vista di San Pietro

L´edificio Maffei Marescotti ospita anche l´Opera Romana Pellegrinaggi
La risposta: lavori di ristrutturazione e manutenzione delle capriate e delle terrazze

I tetti di Roma, si sa, non sono più quelli di una volta. Se si sale su una delle tante terrazze si scoprono, tra i profili di palazzi e chiese, sfiatatoi dell´aria condizionata, roof garden di alberghi, canne fumarie di ristoranti, gabbie di ascensori. Tutti, o quasi, fatti però con attenzione ai vincoli fissati dalla soprintendenza oppure, è forse la maggioranza dei casi, condonati. Fa un certo effetto però scoprire a poche decine di metri alla cupola del Pantheon una sopraelevazione che la eguaglia in altezza, e, soprattutto, affianca alle linee perfette del tempio romano un manufatto che sembra una pizzeria di quelle che sbucano all´improvviso sui litorali italiani, con finestroni, tettoia e un comignolo da friggitoria. Non è bello, non è senz´altro nei canoni che sarebbero da rispettare, visto che questi sono i tetti del centro di Roma, ma non è neppure abusivo. La "pizzeria", infatti, è una sopraelevazione appena costruita - i lavori sono stati fatti quest´estate - nell´antico palazzo Maffei Marescotti, di proprietà del Vaticano, che ospita, all´indirizzo di via della Pigna 13 a, uffici del Vicariato di Roma tra cui l´Opera Romana Pellegrinaggi, che proprio qui ha la sua prestigiosa sede.
Ad accorgersi dell´obbrobrio nato come un fungo nell´arco dell´estate sono stati gli abitanti delle case di via del Gesù e di piazza della Pigna. Anche perché da tempo tengono d´occhio il complesso di via della Pigna 13 a. «Ogni anno ne cresce un pezzo nuovo», ci dice una delle inquiline che ha denunciato la cosa al nostro giornale e che ci chiede l´anonimato, «comincio ad essere davvero preoccupata: cosa altro si inventeranno in futuro?» L´assalto al cielo da parte dei proprietari di palazzo Maffei Marescotti infatti non è di oggi. Già nel 2001 gli abitanti della zona erano insorti contro l´innalzamento, sopra il tetto del palazzo, di un nuovo piano sormontato da una grande terrazza, un giardino pensile. Lettere di protesta sono partite all´indirizzo del cardinale Ruini, allora vicario del Papa, di mons. Liborio Andreatta, amministratore delegato dell´Opera Romana Pellegrinaggi, addirittura del Papa. Senza nessun riscontro. I lavori del giardino pensile sono continuati, una parte degli abitanti di via del Gesù ha visto per sempre tagliata a metà la cupola di San Pietro di cui godevano la vista.
Alle nostre domande si è risposto, da parte dell´amministrazione del palazzo di via della Pigna 13 a, che effettivamente questa estate sono stati fatti lavori nel complesso Maffei Marescotti: si è trattato, ci hanno detto, di lavori di ristrutturazione e manutenzione delle capriate e delle terrazze. Ma non ci è stato spiegato se questi lavori hanno portato alla modifica della cubatura degli ambienti da ristrutturare.
Palazzo Maffei Marescotti fa parte del patrimonio della Santa Sede che, con il nuovo Concordato, ha ottenuto l´extraterritorialità per le sue proprietà nella capitale, che è come se fossero, per quanto riguarda leggi e regole, all´interno delle mura vaticane. Questo palazzo è oggi del Vicariato di Roma che vi ha collocato, negli anni, una grande quantità di associazioni, centri diocesani e organizzazioni. Tra le altre associazioni della scuola cattolica, come la Fidae e la Fism, il Movimento Lavoratori di Azione Cattolica, l´Associazione Amici della Caritas di Roma, l´Unitalsi, la Ctg, la Federazione Società di San Vincenzo De Paoli, gli uffici commerciali del quotidiano Avvenire, l´Ucai, cioè gli artisti cattolici, e una galleria d´arte da loro ispirata, la Galleria La Pigna. E, soprattutto, l´Opera Romana Pellegrinaggi, che dell´intero palazzo occupa tre piani. Racconta la vulgata degli abitanti di via del Gesù che quella terrazza con giardino pensile sia usata proprio dall´Opera Pellegrinaggi nelle notti romane per party e incontri di lavoro. Non siamo in grado di confermare queste dicerie. Ma resta comunque una domanda: quella specie di pizzeria che si staglia a pochi metri dal Pantheon, a qualunque uso sia destinata, bisognava proprio costruirla? Questo schiaffo al panorama di Roma andava proprio dato?

Nessun commento: