martedì 16 giugno 2009

Pedofilia, Staderini: domani il Comune di Roma parte civile in un processo contro sacerdote. È la prima volta, rotto un anomalo tabù, nonostante la gr

da radicali.it
Pedofilia, Staderini: domani il Comune di Roma parte civile in un processo contro sacerdote. È la prima volta, rotto un anomalo tabù, nonostante la grave inerzia di Alemanno

Roma, 15 giugno 2009

Dichiarazione di Mario Staderini, della Direzione di Radicali Italiani

Martedì 16 giugno, per la prima volta il Comune di Roma si costituirà parte civile in un processo per violenza sessuale nei confronti di minori.

Si terrà domani, infatti, presso la VI sezione del Tribunale penale di Roma, l’udienza di giudizio immediato nei confronti di Don Ruggero Conti, sacerdote della chiesa Natività di Maria Santissima, accusato dal PM Francesco Scavo dei reati di violenza sessuale e prostituzione minorile.

Assistito dall’avv. Elisabetta Valeri, ho esercitato l’azione popolare prevista dall’art. 9 dello Statuto comunale, costituendomi parte civile nel processo a nome del Comune di Roma.

Verrà così finalmente superata quella strana anomalia per cui il Comune si costituisce parte civile nei casi di violenza sessuale contro donne ma non nei casi di violenza contro i bambini.

È un vero peccato che ciò avvenga senza l’adesione dell’Amministrazione capitolina, visto che il Sindaco Alemanno, di cui don Ruggero è stato in campagna elettorale “garante” delle politiche per la famiglia, ha purtroppo scelto di non stare dalla parte delle vittime.

Mi auguro che il Sindaco ci ripensi, perché su questi temi più che le parole occorrono atti concreti.

Errare è umano, perseverare è diabolico. E, in questo caso, politicamente gravissimo.

Nessun commento: