giovedì 13 marzo 2008

Torna l'era della caccia alle streghe

"Torna l'era della caccia alle streghe"

I poliziotti e il feticidio: la campagna contro la 194 raccoglie i primi frutti

La notizia che arriva dal Policlinico di Napoli, diffusa dall'Udi (Unione donne in Italia), e' uno dei primi frutti che possono raccogliere i seminatori di terrore e promotori di false campagne buoniste per la moratoria sull'aborto. Cosi' accade che mentre una donna e' in sala operatoria per interrompere una gravidanza alla IV settimana espellendo un feto gia' morto, avvenga una irruzione di agenti del Commissariato Arenella. Operazione della Polizia senza mandato, ma con notizia di reato: feticidio. L'operazione e' proseguita con il sequestro del materiale abortivo e della cartella clinica (anonima), nonche' con "richiesta" di testimonianza della vicina di letto.
Purtroppo la notizia e' una sorta di macabra e prevedile conseguenza del clima di vero e proprio terrorismo culturale nei confronti delle "donne assassine" e dei loro "complici" medici.
Cosi' mentre c'e' chi lavora (Giuliano Ferrara) a portare in Parlamento una pattuglia di deputati contro l'aborto, che trovano gia' ampia ospitalita' trasversale, sara' bene lavorare perche' la prossima legislatura trovi anche donne e uomini, credenti o no, che laicamente decidano di fare leggi per i cittadini dello Stato italiano e non per quello Vaticano. E cosi' mentre si chiudono in faccia ai radicali le porte dei partiti cosiddetti democratici, sara' bene che anche i possibili elettori di quei partiti comincino a pensare ai prossimi scenari di un Paese che sta scivolando lentamente verso una sudditanza clericale pericolosa e verso una politica irrazionale e morbosa. (Intervento dell'on Donatella Poretti parlamentare radicale della Rosa nel Pugno, segretaria della Commissione Affari Sociali, membro di Giunta del'Associazione Coscioni)

Fonte: www.lucacoscioni.it del 12-02-2008

Immagine tratta da www.cristianesimo.it

Nessun commento: