domenica 9 dicembre 2007

per ricordarci dei preti pedofili

articolo dicembre 2003
http://www.espressonline.it/eol/free/jsp/news/detail.jsp?idCateg
ory=2224&idContent=561383&item=2&m1s=n

Padre Pierre Dufour, vicario del vescovo in Savoia, 68 anni, è finito in carcere dopo aver ammesso di aver abusato di decine di chierichetti, sbandati, emarginati, alcolizzati che finivano nelle sue mani.

Il sacerdote ha confessato raccontando di molestie che risalgono al 1960. Si immaginano decine e decine di vittime, anche se quelle accertate per ora sono due: "Le informazioni che ci ha fornito il sacerdote - ha riferito il procuratore di Albertville - sono talmente copiose da richiedere parecchio tempo per riordinarle, verificarle e identificare le vittime".

La prima inchiesta sul prete savoiardo, dopo una serie di denunce, risale al 1996, ma non venne a galla alcuna accusa.
Oggi, l'unica a non essere totalmente sorpresa di quanto accade in queste ore è la perpetua della parrocchia, Francoise Lobbè: "Da anni circolavano voci sul suo conto - dice - io continuavo a dargli fiducia perchè non avevo constatato niente di anormale e nessuno era venuto a lamentarsi con me. E' un uomo autoritario, voleva controllare tutto, anche quello che non lo riguardava". Qualcuno ricorda che padre Dufour arrivava a criticare persino le scelte di padrini e madrine da parte di alcuni genitori che facevano battezzare i figli da lui.

Sembra intanto accertato che una delle vittime del sacerdote sia stato Sebastien, un ragazzo di 20 anni che sette anni fa si è suicidato in paese. I genitori sono convinti, da allora, che all'origine delle crisi del ragazzo, che aveva provato a togliersi la vita fin da quattordicenne, c'era la frequentazione della parrocchia di padre Dufour, dove faceva il chierichetto e suonava il flauto traverso. (red)

Nessun commento: